Academic Journals Database
Disseminating quality controlled scientific knowledge

Il tempo perturbante di uno sguardo The uncanny time lapse of a gaze

ADD TO MY LIST
 
Author(s): Piero Zanini

Journal: lo Squaderno
ISSN 1973-9141

Volume: 5;
Issue: 16;
Start page: 51;
Date: 2010;
Original page

Keywords: On places’ imagery / Sull’immaginario dei luoghi | lo Squaderno No. 16

ABSTRACT
Nell’autunno del 1973 Pier Paolo Pasolini viene invitato a partecipare ad una rubrica televisiva intitolata Io e …, nella quale intellettuali, poeti, registi, musicisti, scrittori sono chiamati a scegliere e a parlare di un’opera d’arte a cui tengono in modo particolare. Dopo un crescendo di ripensamenti intorno al tema da trattare (una pietra, un muretto, una fontana) Pasolini sceglie infine di concentrare la sua attenzione sulla forma della città, a partire da due luoghi tanto a lui familiari quanto tra loro radicalmente diversi: la medievale Orte, la fascista Sabaudia. Il risultato della sua partecipazione alla trasmissione è una sorta di ‘scritto corsaro’ per immagini, Pasolini e… la forma della città1, un documento importante e complesso per comprendere la “sostanza di Pasolini” [Contini, 1988] in quel momento particolare della sua vita che sono i primi anni Settanta.
Affiliate Program      Why do you need a reservation system?