Academic Journals Database
Disseminating quality controlled scientific knowledge

Max Weber, la borsa e la ‘crisi del credito’ del 2008 Max Weber, la borsa e la ‘crisi del credito’ del 2008

ADD TO MY LIST
 
Author(s): Carlo Rossetti

Journal: SocietàMutamentoPolitica : Rivista Italiana di Sociologia
ISSN 2038-3150

Volume: 1;
Issue: 2;
Start page: 69;
Date: 2011;
Original page

Keywords: crisi finanziaria | etica | fiducia | controllo pubblico

ABSTRACT
Through the reading of Max Weber's Die Protestantische Ethik und der Geist der Kapitalismus and Die Boersenequete, this article shows how the credit crunch of 2008 was mainly due to a general crisis of the financial system and to the dismantle of its fundamental basis like trust, transparency, and respect of the rule of the game. Weber’s thought help us to predict how the lack of independent and public authorities and obscure financial markets have eroded the integrity of the whole American contemporary financial system. A partire da una rilettura di opere, come Die Protestantische Ethik und der Geist der Kapitalismus e Die Boersenequete, l'articolo mostra che – in linea con quanto Max Weber aveva descritto – l'assenza di regole generali condivise e di controlli pubblici mette in crisi le fondamenta del sistema finanziario. La privatizzazione neoliberista degli organi di controllo della finanza e la creazione di oscuri strumenti finanziari hanno contribuito alla regressione dell'organizzazione giuridica dello Stato, mettendo a serio rischio il principio di calcolabilità razionale che per secoli ha costituito il fondamento della teoria economica. In conclusione, Weber contribuisce a cogliere uno dei nodi fondamentali della crisi americana contemporanea: l'erosione dell’autorità indipendente posta a tutela dell’integrità del sistema.
Affiliate Program      Why do you need a reservation system?