Academic Journals Database
Disseminating quality controlled scientific knowledge

Poetry as an oral outlet Poesia e soddisfazione orale (1931)

ADD TO MY LIST
 
Author(s): Abraham Arden Brill

Journal: PsicoArt : Rivista on line di Arte e Psicologia
ISSN 2038-6184

Volume: 3;
Issue: 3;
Date: 2013;
Original page

Keywords: Poesia | Psicoanalisi | Fase orale | Motto di spirito | Freud.

ABSTRACT
The text is inspired by some of Freud’s observations, regarding, among other things, the pleasure the child takes from playing with words as preliminary degree of wit. As zealous follower, Brill extends and intensifies the importance of Freud’s thought trying to establish a link, or at least a point of contact between the poetry in a generic sense and the various forms of oral gratification. This gives rise to unusual associations that are for the contemporary reader slightly comical: if poetry can be seen as an expression of the mysteries of oral Erotica, the relationship between poet and gourmet can only be the closest. To define and limit the scopes of fulfillment that is realized in oral poetry, Brill passes rapidly through the various forms this satisfaction takes in neurotics, in psychotics, in the child, in the primitive. The conclusions, unfortunately, are very general: many poets do not go beyond the oral stage and give clear signs of a fixation of libidinal development at this level.  Il testo prende spunto da alcune osservazioni freudiane, relative fra l’altro al piacere che il bambino trae dal giocare con le parole come grado preliminare del motto di spirito. Come si conviene a un seguace zelante, Brill estende e radicalizza la portata del rilievo freudiano tentando di stabilire un legame, o almeno un punto di contatto, fra la poesia in senso generico e le varie forme di soddisfazione orale. Ne risultano accostamenti inediti e per il lettore contemporaneo lievemente comici: se l’arte poetica può essere vista come espressione dei misteri di una Erotica orale, il rapporto poeta-buongustaio non può che essere dei più stretti. Per definire e circoscrivere l’ambito dell’appagamento orale che si realizza nella poesia, Brill passa in rapida rassegna le varie forme che tale appagamento assume nei nevrotici, negli psicotici, nel bambino, nel primitivo. Le conclusioni, purtroppo, sono assai generiche: molti poeti non vanno oltre la fase orale e danno chiari segni di una fissazione dello sviluppo libidico a tale stadio 
Save time & money - Smart Internet Solutions      Why do you need a reservation system?