Academic Journals Database
Disseminating quality controlled scientific knowledge

Silenzio, ordine e solitudine

ADD TO MY LIST
 
Author(s): Lucia C. Antonazzo

Journal: m@gm@
ISSN 1721-9809

Volume: 08;
Issue: 01;
Date: 2010;
Original page

Keywords: imaginaire symbolique | imaginaire social | écritures de soi | poétique de soi | littératures personnelles | autobiographie | roman autobiographique | autofiction | souffrances sociales

ABSTRACT
Il racconto breve Sessizlik (Il silenzio, 1980) fa parte del libro Kötü bir yaratik di Zeynep Avci Karabey, scrittrice e giornalista turca. In Sessizlik è affrontata la tematica dell’ordine domestico come dovere della donna nella dimensione quotidiana dello spazio privato. Dal patriarcato nasce una visione del mondo e delle cose che presenta come naturali usi e tradizioni che non lo sono affatto, ma che sono soltanto il frutto di sistemi filosofici, politici e sociali. L’ordine sociale agisce sugli uomini e sulle donne con effetti durevoli, cioè uomini e donne reagiscono alle situazioni in modo apparentemente spontaneo, ma che riflette schemi fissi. L’ordine non è sempre garantito con forme di violenza fisica o psicologica, ma con forme più sottili di violenza simbolica.

Tango Rapperswil
Tango Rapperswil

     Affiliate Program